gen 2

IL PROGRAMMA 2014

Category: Eventi Naima

Non siamo più in via Somalia, stiamo aprendo un altro capitolo nella nostra storia. D’ora in poi ci troverete “ON THE ROAD” , in varie location, fino a che non avremo una nuova sede! 

                      By SAMARCANDA-INIZIO ore 22,00…circa

 http://cultura.regione.emilia-romagna.it 

*******************************************************************

  MARZO 2014

WOMEN  JAZZ ‘n’ BLUES

TEATRO APOLLO

Via Mentana 8- Forlì, in pieno centro, ampi parcheggi in piazza Cavour, piazza del Duomo e piazza del Carmine, tutti a 100 metri.

 7 marzo: SHERRITA DURAN Blues Band

8 marzo: DENIS KING & OLIVIER HUTMAN + LISA MANARA e Roots Trio

 9 marzo:  JOICE YUILLE & WILL ROBERSON + Roots trio

*************************************

12-13 maggio

TEATRO APOLLO

OMAGGIO A CHET BAKER

( da confermare)

Nell’anniversario della scomparsa. Band da definire.

********************************************************************************************************

 

Tutti i sabati e le domeniche di luglio

BERTINORO E FRATTA TERME

DONNE JAZZ IN BLUES

( da confermare)

*******************************************************************************************************

Prima settimana di ottobre

location da definire

ITALIAN BLUES CONNECTION

5 band da definire

******************************************************************************************************

Seconda settimana di dicembre

Varie location/ Teatri e Chiese…

FORLI GOSPEL FESTIVAL

4 band da definire

******************************************************************************************************

CONCORSO PER LA MIGLIOR COPERTINA DEL PRIMO DISCO DI LISA MANARA

BANDO DI CONCORSO

1) Obiettivi

IL NAIMA CLUB di Forlì, uno dei più longevi e rinomati jazz e blues club italiani, oggi in veste di music management e scopritore di giovani talenti, bandisce il Concorso per la miglior copertina, del primo disco di Lisa Manara, la nuova voce jazz e blues italiana, rivolto agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Lisa Manara, giovane cantante blues imolese, già partecipante alla nota trasmissione di RAI 2 The Voice of Italy, con vari concerti

alle spalle in alcuni dei più noti jazz e blues club italiani, è in uscita con il suo primo progetto discografico.

Il Naima Club, con l’intenzione di promuovere la giovane creatività italiana ed incoraggiare nuovi talenti musicali, oltre a provvedere alla diffusione attraverso i tradizionali canali della distribuzione discografica nazionale, intende promuovere il progetto musicale di Lisa Manara nei principali festival jazz e blues italiani ed europei.

Una giuria, composta da due rappresentanti del Naima club e due insegnanti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, selezionerà tra tutti i lavori pervenuti i primi dieci, tra cui verrà scelta l’opera vincitrice, che riceverà un premio di 500 euro.

Le dieci opere selezionate saranno presentate presso la Libreria Coop Ambasciatori di Bologna, dove si svolgerà la premiazione dell’opera vincitrice, a cui seguirà il concerto di Lisa Manara col suo ROOTS QUARTET.

2) Criteri di ammissione

Il concorso, rivolto a tutti gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, è senza vincoli di genere o tecnica e in piena libertà stilistica, purchè l’opera proposta si richiami alle atmosfere, alla filosofia e alle sonorità della musica Blues.

Il concorso è aperto a tutti gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, nati dal 1° gennaio 1978.

La partecipazione al concorso è gratuita.

3) Documentazione richiesta

La documentazione necessaria alla partecipazione è la seguente:

N.1 IMMAGINE DIGITALE(formato jpeg 300 dpi, dimensione minima 20×20 cm) dell’opera in concorso. Il file dovrà essere denominato con cognome dell’artista partecipante.

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

-Dati Personali dell’artista

-Breve Testo esplicativo o critico sull’opera presentata.

-Curriculum Vitae selezionato,

la ricerca artistica personale con le partecipazioni ai principali progetti culturali(eventuale articolo/recensione).

4) Termini e modalità

La domanda di partecipazione (scheda di partecipazione e immagine in concorso dovranno essere spedite via internet al Naima (naima@naimaclub.it) entro il giorno 20 novembre  2013.

La documentazione pervenuta non sarà restituita. In caso di selezione, il materiale potrà essere utilizzato, a discrezione degli organizzatori, per pubblicazioni cartacee o web relative al concorso.

5) Giuria e selezione

La giuria selezionerà a suo insindacabile giudizio le opere da inserire in concorso. La composizione della giuria, oltre a comprendere:

Michele Minisci (direttore artistico del Naima club),

Claudio Matteucci (direttore organizzativo del Naima club),

sarà resa ufficiale durante la cerimonia di premiazione.

La giuria selezionerà complessivamente 10 finalisti, tra questi verrà

nominato un vincitore.

Gli artisti saranno scelti tenendo conto dell’originalità e della coerenza della ricerca artistica presentata.

I nomi degli artisti selezionati saranno inoltre pubblicati sul sito(www.naimaclub.it).

6) 1° Premio

L’artista vincitore riceverà un premio di 500 Euro nonchè l’opportunità di promozione e comunicazione dell’evento.

7) Nota bene

L’iscrizione al concorso implica l’accettazione incondizionata di tutti gli articoli del presente bando. L’artista partecipante dichiara di aver letto attentamente il presente documento e di accettarlo in tutti i suoi punti.

Gli organizzatori del concorso avranno diritto di decisione finale su tutto quanto non specificato nel presente bando.

Gli artisti dichiarano la loro titolarità esclusiva sulle opere, con riguardo sia al diritto di autore, sia al diritto di sfruttamento economico e pertanto non esiste alcun diritto di

privativa da parte di terzi su esse.

Il Naima club è pertanto esonerato da ogni responsabilità per eventuali contestazioni circa l’originalità e la paternità delle opere e da eventuali imitazioni o copie da parte di terzi.

……………………………………..

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

Termine di iscrizione e invio materiali digitali(scheda di partecipazione e immagine) entro 20 novembre  2013.

La scheda di partecipazione e l’immagine proposta dovranno essere inviate al seguente indirizzo: naima@naimaclub.it

NOME…………………COGNOME

Luogo…         Data di nascita..

Residenza:

Via………………………….

Città….            C.a.p……..

Domicilio (se diverso dalla residenza):

Via………………………

Città …                C.a.p.

Telefono………………….Cellulare…..

Email…………………………………Eventuale sito …………………………………….

Studi compiuti o in corso …………………………………

Titolo opera ……………………………………..

Testo presentazione opera (motivazioni/poetica)…………………………………..

Testo presentazione artista

(c.v. selezionato)

…………………..

Accetto:

1 – tutte le norme del suddetto bando;

2 – di concedere i diritti di riproduzione delle immagini delle opere e della documentazione rilasciata e autorizzo l’organizzazione ad

utilizzarli all’interno dei propri siti internet e in tutto il materiale di comunicazione e promozione dell’evento;

3 – che la documentazione pervenuta non sarà restituita.

Autorizzo l’organizzazione del concorso a trattare i miei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003.

Data ……                            Firma…

Info:Naima club: tel. 335.314568 – mail: naima@naimaclub.it – web: www.naimaclub.it

 

 

INPUT PER CREAZIONE COPERTINA CD LISA MANARA:

1-     Il nome della cantante è LISA MANARA

2-     Il titolo del Cd è  TRA LA VIA EMILIA E IL BLUES

3-     La facciata-fronte del Cd deve raffigurare un tratto della via Emilia, senza auto ma con LISA MANARA che cammina sulla striscia bianca, o di schiena o voltata verso chi l’osserva, magari con le frecce direzionali dell’Anas che indicano il percorso Imola-Bologna.

4-     Di seguito una nota sulla Via Emilia, da cui trarre qualche spunto.

LA VIA EMLIA, UNA STRADA LUNGA UN SOGNO.

La Via Emilia, questo nastro d’asfalto lungo 275 chilometri, questo lungo rigo musicale che da Rimini porta a Piacenza, strada su cui  gravitano le più importanti discoteche e balere del nostro Paese, i più famosi music-club d’Italia, le nostre più famose rock e blues star. Una strada che a me è sembrata subito la mitica Highway 61, o la più famosa Route 66.

Questa Via Emilia su cui ogni giorno transitano centinaia di migliaia di persone, molte delle quali si riversano sulla Riviera Adriatica, con le loro passioni, i loro sentimenti, la loro ansia di vivere, le loro aspettative, i loro sogni, la loro fame di divertimento, di spensieratezza, in cerca di avventure, odori, sapori forti, suoni: la nostra East Coast. Mancano solo i riti voodoo. Forse.

Questa Via Emilia che spesso ci obbliga a una forzatura dettata, ispirata dal nostro immaginario collettivo, dalle nostre letture che parlano della strada, del viaggio, dei sogni, e ci collega idealmente ai luoghi mitici del blues, del jazz, dei grandi spazi che, ai confini della strada, hanno solo il cielo.

Questa bassa pianura romagnola che finisce nel Delta del Po, e a me è spesso sembrato il Delta del Mississippi, quasi con gli stessi ritmi, gli stessi odori, suoni, sapori, dove a volte fai fatica a riconoscere i confini, a individuare i limiti, specialmente nelle giornate di nebbia. Ecco perché da queste parti spesso si deborda, ci si lascia andare, si varcano steccati che in altre parti del paese sembrano impossibili da superare.

Questa terra dove tutto nasce da un humus comune, da un comune sentire, dalla certezza collettiva che qui la musica, il ballo, la ricerca sonora, la canzone, i sapori, gli odori, e i mutur, siano in fondo… uno straordinario mezzo di comprensione del mondo, un vero amplificatore di sentimenti, un prezioso strumento per la navigazione nel mare della vita.

Eh, sì. Mettetevi in macchina sulla Via Emilia, su questo nastro luccicante d’asfalto ai cui bordi, invece di campi di cotone o cactus, trovate campi di grano o di girasoli e in lontananza, invece dell’arco dei McDonald, le cime dei campanili, con la radio che trasmette una tosta musica blues o rock, e ve ne accorgerete.

«Via Emilia, sei lunga un sogno, nastro d’asfalto scuro,

colore della notte buia che però non fa paura,

ai bordi della strada spesso campanili slanciati

per tracciare un confine tra l’anima e la piada.

Il respiro affannato che a volte ti ritrovi

è per inseguire testarda i destini e le mode,

la tua indecisione ormai è assodata, per colpa dei crocicchi,

 fatti per ingannare, forse predestinata,

ma i fianchi delle donne, che ti girano attorno,

sempre tondi e incurvati, rimangono certezza,

 forse l’unica… mai dimenticata».

 

Così cantava uno sconosciuto cantante di liscio qualche anno fa, alle Cupole di Castelbolognese.

E quando le note cominceranno a bruciare la strada e faranno volare il tempo, vi sembrerà a volte di sentire, oltre l’argine di un canale, anche lo sferragliare di una vecchia locomotiva, o i passi cadenzati degli hobo, pronti a saltare sul primo vagone merci di passaggio, o lo stridere dei pneumatici di una Mustang rossa decappottabile che vi taglia la strada.

Ecco perché su questa via, la SS 9, la Via Emilia, abbiamo dato vita alla nostra Casa del Blues: per accogliere viandanti affamati di cajun e assetati di zydeco, ma che hanno nel loro Dna arcaiche tracce di fox trot, mazurche, polke e anche un po’ di dixieland…

5-     La seconda pagina della copertina dovrebbe avere solo uno sfondo colorato degli stessi colori della copertina ma senza immagini, dove ci scriviamo una frase Blues…

6-      Il retro dovrebbe avere la stessa immagine della via Emilia, ma senza la cantante e solo con le varie scritte con i nomi della band; i luoghi della registrazione e del missaggio; ecc……

********************************************************************

ALTRE INIZIATIVE….

Inoltre…abbiamo in mente di organizzare anche altre iniziative collaterali:

-         Concorso tra le Scuole Superiori della città sul tema: 30 anni di Jazz e Blues a Forlì.

-         Proposta per il Comune, la Fondazione e l’Associazione “Forlìnel Cuore” del progetto LE VIE DELLA MUSICA, con piccoli diffusori del suono, ogni 10 mt, che trasmetteranno i vari generi musicali, da mezzogiorno a mezzanotte, lungo le vie prescelte: Corso Garibaldi- LA VIA DEL BLUES;  via delle Torri- LA VIA DEL ROCK; via Giorgio Regnoli, LA VIA DELLA MUSICA ETNICA; corso Mazzini- LA VIA DEL JAZZ, dove potranno esibirsi, periodicamente,  varie band dei suddetti generi musicali, con cucina tipica riferita a vari generi musicali, proposta dai ristoranti e bar ubicati nei vari corsi.

-          Pubblicazione della Seconda Edizione del libro “ LA NOTTE CHE SI BRUCIO’ IL JAZZ”, in pratica la Storia del Naima club, dalle origini, con le prefazioni di Renzo Arbore e Carlo Lucarelli e la postfazione di Vinicio Capossela, libro abbinato al CORRIERE DI ROMAGNA.

-         Pubblicazione del Cd   “NAIMA N. 2”, ovvero una compilation con il famoso brano di John Coltrane ( Naima, appunto) riarrangiato da 13 musicisti jazz italiani emergenti, con uno speciale contributo-saluto di PAOLO FRESU,  Cd abbinato al RESTO DEL CARLINO.

Queste due pubblicazioni verranno poi presentate in tutti i Festival più importanti di Jazz e Blues, che si terranno in Italia nel corso del  2014.

*************************************

 FOTO-LIBRO SUL NAIMA CLUB- by  DARIO  BONAZZA

Naima 2009:  http://it.blurb.com/books/3263729
Naima 2010:  http://it.blurb.com/books/2642008
Naima 2011:  http://it.blurb.com/books/2981776

 

2 comments